Sci ripido – Uja di Bessanese (3618m) – parete est

1 Apr 2022 | News & Articoli, Scialpinismo

Sciare la parete est della Bessanese era probabilmente un desiderio di molti, ci sono riusciti due giovani della vicina Val Grande, Edoardo Casalegno e Simone Olivetti. La loro è una probabile prima discesa.

Di seguito la relazione di Simone.

 

Uja di Bessanese (3618m) – la parete est in sci

la discesa

 

VALLE : Val d’Ala

LOCALITA’: Pian della Mussa

ESPOSIZIONE: est

DISLIVELLO COMPLESSIVO :1800

DIFFICOLTA’: 5.3 / E3

MATERIALE OCCORENTE: piccozze da nord , ramponi , 2 viti da ghiaccio, casco .Per eventuale calata : un cordone da abbandono, discensore per calata eventuale, corda 60 metri

verso la est

 

ACCESSO :

Da Lanzo seguire le indicazioni per la Val d’Ala (Ala di Stura, Balme, Pian della Mussa) ed arrivare a Balme, ultimo paese della valle. Fino a maggio la strada che sale al Pian della Mussa è chiusa, parcheggiare quindi prima della sbarra e invece che seguire la strada carrozzabile (adibita a pista di fondo) salire per il più diretto tracciato sulla destra orografica del torrente, fino a sbucare sul Piano.

A questo punto percorrere  metà del piano e in località del bar Bricco deviare a sinistra e salire con pendenze lievi il boscetto che conduce fino al Canale d’Arnas ( prima parte stesso itinerario per il colle del Tovetto). Percorrere interamente il canale  e sbucare sulla piana del Gastaldi dirigendosi in piano in direzioni di destra verso il ghiacciaio della Bessanese , situato a  sinistra della morena di Punta Adami.

A questo punto  percorrere solamente la prima parte del ghiacciaio e risalire il pendio / canale più evidente sulla sinistra ( l’unico senza salti di roccia) , questa prima parte presenta pendenze regolari intorno ai 45 /48 gradi , successivamente spostarsi verso destra e raggiungere il grosso pendio che in estate passa la via normale della Balduino .  Percorrerlo per intero in direzione verticale , qui con pendenze più accentuate , fino a reperire in fondo a sinistra il canale della Balduino.

La prima parte inizia con pendenze molto alte intorno ai 53 gradi , fino a raggiungere la parte più complicata della via , ovvero due saltini di roccia a distanza di 5 metri con annessi delle colate di ghiaccio , possono essere utili due viti per assicurasi in salita.

Superato questo tratto il canale continua con pendenze sempre sopra i 50 gradi e larghezza intorno ai 4/ 5 metri per poi successivamente uscire in punta con pendenze più lievi intorno ai 45/48 gradi.

Il canale ha una lunghezza intorno a 250 / 300 metri .

La parte più complessa in discesa nel canale riguarda i salti di roccia ,  risolvibile disarrampicando con ramponi e picche , passi non troppo complessi o altrimenti portare con se dei chiodi da abbandonare per una calata . Tra il primo e il secondo salto è stata lasciata  una fettuccia con moschettone per calarsi ma in questo caso bisogna comunque disarrampicare il primo corto saltino .

Usciti dal canale , scendere la via di salita che anche se le pendenze si abbassano notevolmente , l’esposizione è più alta per i salti di roccia che si trovano in basso.

Le ultime News

I Partner

CHIEDICI INFORMAZIONI

12 + 15 =