Il Monte Analogo (2100m)

25 Lug 2022 | Aggiornamenti della Guida, Arrampicata, Itinerari, News & Articoli

Il Monte Analogo – Vallone di Vassola – Una nuova falesia «Trad» nelle Valli di Lanzo

di Alessandro Lolli

 

L’articolo a carattere filosofico scritto e pubblicato qualche tempo fa (https://www.vallidilanzoinverticale.it/news/il-monte-analogo-un-nuovo-trad-spot-nelle-valli-di-lanzo/), è per me e per voi un passaggio importante e necessario prima di potervi introdurre al luogo reale in cui si trova la parete del Monte Analogo. Con lo spirito giusto, ora pronto e consapevole, non vi sarà difficile individuare la falesia, il cui profilo si staglia nel cielo poco prima del Bivacco Genisio (Alpe Vailet), nel Vallone di Vassola, Val Grande di Lanzo. La bellissima roccia che troverete (come quella del Becco di Valsoera) si presta perfettamente ad una scalata in stile Trad, viste le numerosissime fessure proteggibili, e per cui il metallo utilizzato per la messa in sicurezza delle linee di arrampicata è stato limitato il più possibile.

Nelle estati 2020 e 2021, le prime 10 vie hanno visto la luce e sono state pulite dai licheni, dalla terra e dalla vegetazione, ed alcuni disgaggi di massi instabili hanno preparato il luogo ad ospitare i primi scalatori volenterosi. Per scalare al Monte Analogo sono sufficienti (ma obbligatorie) 2 mezze corde e 2 serie di friend. I singoli tiri di corda infatti sono lunghi (anche 45 metri) ed è quindi impossibile farli in moulinette. È sempre meglio salire e poi calarsi in corda doppia dalle soste attrezzate. Alla base delle vie saranno presto poste delle targhette con i nomi e la lunghezza dei tiri. Le difficoltà sono contenute, ma va’ comunque considerata una falesia che necessita di conoscenze alpinistiche. Adatta alle scuole di alpinismo.

 

In Val Grande di Lanzo, poco prima dei campi sportivi di Chialamberto, una strada sulla destra porta su a Vonzo, a circa 1200m di quota.Da qui un comodo sentiero (Sent. 325) permette di risalire a piedi un bel bosco di faggi, di attraversare il paesino di Chiappili, e poi di arrivare all’imbocco dello splendido Vallone di Vassola, e da qui (Sent. 324) cominciare a risalirlo dal versante destro. Più avanti si scende un po’ per poter guadare il torrente con l’aiuto di piccole passerelle e si prosegue quindi, ora sul lato sinistro del Vallone, su per i prati che portano all’Alpe Rossa di Sotto, a circa 2100m.

Basta alzare gli occhi, abbandonare il sentiero e attraversare la pietraia verso sinistra per trovarsi in 5 minuti alla base della parete sud. In totale circa 2h per poter cominciare a scalare. Con un giro più lungo, volendo, è anche possibile raggiungere il pratone sommitale del Monte Analogo direttamente a piedi con altri 15min (ometti), magari per godersi il panorama o per fare delle calate dall’alto. 20min più avanti, il nuovissimo Bivacco Genisio è un punto di appoggio. Acqua al fiume, 10min più in basso. Potrebbero esserci mucche al pascolo nei dintorni.

Quindi: da Vonzo a Chiappili 20min, all’inizio del Vallone altri 20min, al guado del torrente ancora 1h, alla falesia altri 20min.

Totale avvicinamento alla falesia: circa 2h.

Per favore arrampicate sempre in sicurezza, e abbiate cura e rispetto di questo posto.

Ringraziamo i negozi Grimpeur (Ciriè) e Tonino Sport (Balme) per il supporto tecnico, e ringraziamo l’Osteria degli Amici (Cantoira) per il supporto logistico. Grazie!

 

Il Monte Analogo: dettaglio delle vie

 

 

. 1 – Parete Sud, via lunga di sinistra: “LE INTUIZIONI E LE PRECAUZIONI DI PADRE SOGOL + IL CENTRO DELLE TERRE”

. L1: 20m, 5b, primo tiro su muretto fessurato, fino sopra al masso-terrazzo, no fix

. L2: 30m, 5b, secondo tiro sulla fessura verticale a sinistra della sosta, e poi su balze fino ai prati sommitali, no fix

. S1: sosta su muretto verticale, 2 fix con cordone e maillon, in comune con la via a fianco

. S2: sosta in uscita sui prati sommitali, 2 fix con cordone e maillon, in comune con la via a fianco

. via pulita, preparata e attrezzata nel 2020 da A.Lolli e E.Astanina

 

. 2 – Parete Sud, via lunga di destra: “ASPIRATI DENTRO ATTRAVERSO IL CREPUSCOLO + LA PORTA SOLARE OCCIDENTALE”

. L1: 20m, 5c, 2 fix in partenza nel diedro strapiombante verso destra, poi appoggiato verso sinistra, fino sopra al masso-terrazzo

. L2: 30m, 6a, due metri su bella fessura in traverso verso destra, poi verticale, e poi su balze fino ai prati sommitali, no fix

. S1: sosta su muretto verticale, 2 fix con cordone e maillon, in comune con la via a fianco

. S2: sosta in uscita sui prati sommitali, 2 fix con cordone e maillon, in comune con la via a fianco

. via pulita, preparata e attrezzata nel 2020 da A.Lolli e E.Astanina

 

. 3 – Parete Est, fessura sinistra: “AVVENTURE ALPINE NON EUCLIDEE”

. L1: 45m, 6b, 2 fix in partenza su spigolino e leggero traverso a sinistra, poi fantastica fessura/diedro trad (friend grandi giallo e blu), poi fessurine su placca verticale, e placca finale con 2 fix in uscita comuni ai tre tiri

. S1: sosta su masso triangolare sommitale, 2 fix con cordone e maillon, in comune con le 3 vie

. via pulita, preparata e attrezzata nel 2020 da A.Lolli e E.Astanina

 

. 4 – Parete Est, fessura destra: “IL PORTO DELLE SCIMMIE”

. L1: 40m, 6a, bellissima fessura/diedro trad, poi fessurine su placca verticale, e placca finale con 2 fix in uscita comuni ai tre tiri

. S1: sosta su masso triangolare sommitale, 2 fix con cordone e maillon, in comune con le 3 vie

. via pulita, preparata e attrezzata nel 2020 da A.Lolli e E.Astanina

 

. 5 – Parete Est, camino: “STORIA DEGLI UOMINI-CAVI E DELLA ROSA-AMARA”

. L1: 40m, 6a, partenza su bel muro giallo verticale fessurato, e poi su per il camino tendente a sinistra, con 2 cordoni su massi incastrati, 3 fix in alto dove non è proteggibile, e placca finale con 2 fix in uscita comuni ai tre tiri

. S1: sosta su masso triangolare sommitale, 2 fix con cordone e maillon, in comune con le 3 vie

. via pulita, preparata e attrezzata nel 2020 da A.Lolli e E.Astanina

 

. 6 – Parete Est, gran diedro: “IL CRISTALLO DELL’ULTIMA STABILITA'”

. L1: 40m, 6a, percorrere per tutta la sua lunghezza la logica fessura del grande diedro, prima appoggiato e poi verticale, fino ai prati sommitali

. S1: sosta su masso orizzontale sommitale, 2 fix con cordone e maillon

. work in progress… però già scalabile in sicurezza con la corda dall’alto, sosta attrezzata nel 2021 da A.Lolli e E.Astanina

 

. 7 – Parete Est, fessura a destra del gran diedro: “IL PERPETUO INCANDESCENTE”

. L1: 40m, 6c, seguire il sistema di fessurine che sale dritto la parete, e con difficoltà crescenti passare un piccolo tetto e continuare fino ai prati sommitali

. S1: sosta su grande masso sommitale, 2 fix con cordone e maillon

. work in progress… però già scalabile in sicurezza con la corda dall’alto, sosta attrezzata nel 2021 da A.Lolli e E.Astanina

 

. 8 – Parete Est, grande lama centrale, classica: “PADRONE DELLA PAURA, AVRO’ IL FIORE DEL DISCERNIMENTO”

. L1: 45m, 6a, partire da sinistra lungo una piccola fessurina obliqua tendente a destra, poi 2 fix su breve traverso su cengetta,

poi salire il bellissimo grande diedro/lama al centro della falesia (2 fix dove la fessura è troppo larga, oppure servono 1/2 friend

più grandi del blu), ed infine uscire tramite una fessurina obliqua fino ai prati sommitali

. S1: sosta su grande masso sommitale, 3 fix con cordone e maillon

. via pulita, preparata e attrezzata nel 2020/2021 da A.Lolli e E.Astanina

 

. 9 – Parete Est, grande lama centrale, variante: “LA PIETRA DI ADAMO”

. L1: 45m, 6c, partire tutto più a destra in una nicchia, attraverso un sistema di stupende lame tendenti a sinistra, prima rovesce e poi verticali, ben proteggibili, per collegarsi al tiro classico, no fix, poi salire il bellissimo grande diedro/lama al centro della falesia (2 fix dove la fessura è troppo larga, oppure servono 1/2 friend più grandi del blu), ed infine uscire tramite una fessurina obliqua fino ai prati sommitali

. S1: sosta su grande masso sommitale, 3 fix con cordone e maillon

. via pulita, preparata e attrezzata nel 2020/2021 da A.Lolli e E.Astanina, prima salita di M.Oviglia

 

. 10 – Parete Est, fessura corta di destra: “ENTRA NELLA FORMA DI TE STESSO, COME UNA SPADA NEL SUO FODERO, COME UN PIEDE NELLA SUA IMPRONTA”

. L1: 15m, 6b, inizio trad su bella ed estetica fessurina, stretta e continua, poi si allarga, 4 fix dove non è proteggibile, fino al grottino

. S1: sosta su muro a destra nel grottino, 2 fix con cordone e maillon

. via pulita, preparata e attrezzata nel 2020 da A.Lolli e E.Astanina

 

Si rimanda all’articolo:

WIp^ZU^VyJ%TXpLo&8Srdao$

Le ultime News

Altare celtico

Altare celtico

Gian Maria Grassi e Renato Giustetto ci raccontano un sensazionale ritrovamento appartenente a un passato lontanissimo, quando le nostre montagne erano luoghi ancora misteriosi e un po' magici.   ALTARE CELTICO   Un altare celtico trovato per puro caso alla...

leggi tutto

I Partner

CHIEDICI INFORMAZIONI

14 + 2 =