Sentinella di Saulera (2450m) – via Gioiello Nascosto

6 Ott 2023 | Arrampicata, News & Articoli

Proponiamo questo nuovo itinerario aperto da Giancarlo “Muyo” Maritano, guida alpina e gestore del rifugio Città di Ciriè al Pian della Mussa, e da Benedetto e Filippo Angelini. Una via di montagna posta nello stupendo vallone che porta al Passo delle Mangioire (sopra al Pian della Mussa), una via di montagna accessibile però a molti grazie alla chiodatura a spit

Via Gioiello Nascosto alla Sentinella di Saulera, 2450m

Il tacciato della via

G. Muyo Maritano, Benedetto Angelini e Filippo Angelini, 4 gennaio 2023

Difficoltà: 5c max, 5b obb

Sviluppo: 175m (7 tiri)

Esposizione: est

Attrezzatura: via interamente attrezzata a fix. E’ possibile integrare con protezioni mobili, anche se non indispensabili (friends 0.4-2 BD)

Via di stampo alpinistico, percorribile con scarponi, in un luogo magico e selvaggio. Avvicinamento molto comodo, praticamente tutto su sentiero. L’esposizione favorevole, la comoda discesa in doppia e la chiodatura tranquilla, ne fanno una bella via di montagna percorribile dalla primavera all’autunno. Roccia nel complesso molto buona.

Esposizione: est, quota 2350m.

Accesso: dal parcheggio del ristorante Bricco, posto a metà del Pian della Mussa, imboccare a sinistra il sentiero che sale verso il passo delle Mangioire (NB: dopo pochi minuti il sentiero si divide ed è possibile scegliere tra uno più diretto -il n°218- ed uno di poco più lungo -il n°218A: consigliabile questo!!). Salire fino a raggiungere, dopo una ripida parte su bosco ed una brevissima discesa, l’Alpe Saulera. Continuare sul sentiero lasciandosi l’alpeggio sulla destra, superare un secondo tratto più ripido, fino ad un bellissimo pianoro, a quota 2300m. Da qui, in prossimità di un grosso masso con l’indicazione del sentiero, si abbandona il sentiero per salire su prato alla base della evidente parete, posta in alto a destra (10 minuti dal pianoro). Ometto e cordone visibile sul primo spit.

Materiale: 8 rinvii, 1 corda da 60m, casco. Scarpette o scarponi. Friends 0.4-2 BD non indispensabili.

Discesa: in doppia dalla via: dall’ultima sosta una doppia di 30m fuori via (scendere dritti lungo un canalino roccioso) porta ad un fix con maillon fuori via. Da lì con una doppia si arriva alla sosta del quarto tiro. Tutte le soste sono a due fix da collegare. Quelle che si usano per le doppie hanno gli anelli di calata. Seconda ozpione: dalla sommità proseguire lungo la crestina per circa 30m. Dopo un brevissimo tratto di discesa reperire un masso con spit sulla sua faccia sinistra e calarsi in un canalino erboso con 3 doppie da 30 metri fino ai prati sottostanti. Da lì, cinque minuti a piedi fino agli zaini.

NB: attenzione ad eventuali blocchi instabile, l’ambiente è quello di montagna!! Sul quinto tiro, arrivati ad una selletta erbosa, tagliare decisamente a sinistra (spit con cordone dove occorre piegare a sinistra, guadagnando il filo dello spigolo, alla base dell’esteticissimo quinto tiro. Sostare alla base dello spigolo, aggirandolo alla base.

Scarica il PDF:

Via Gioiello Nascosto

Le ultime News

Il sentiero Motti

Il sentiero Motti

IL SENTIERO MOTTI     Note Bellissimo anello dedicato all’alpinista Gian Piero Motti. Recentemente ripulito e sistemato a cura del volontari del CAI. i volontari del CAI in partenza per ripristinare il sentiero   Dislivello: 750m D+ Lunghezza: 9,5 km...

leggi tutto

I Partner

CHIEDICI INFORMAZIONI

3 + 4 =