Vallone di Sea – Antro di Gilgamesh – via Sguardi senza tempo

8 Set 2020 | Arrampicata, Aggiornamenti della Guida

Marco Blatto ci presenta l’ultima nata sulla sinistra idrografica di Sea, al cospetto della cascata di Gilgamesh che in inverno si trasforma in un….mostro….il mostro di Gilgamesh

PARETE: ANTRO DI GILGAMESH

ALPI: GRAIE MERIDIONALI

VALLE: VALLONE DI SEA – VAL GRANDE DI LANZO

LOCALITA’: FORNO ALPI GRAIE

VIA: SGUARDI SENZA TEMPO

APRITORI / DATA: M. BLATTO, U. LARDIERI ; 03-09-2020

RIATTREZZATORI / DATA: –

ESPOSIZIONE: SE

SVILUPPO: 120m

DIFFICOLTA’: I+/RS2 – 6b/6b+ (6a obbl.)

MATERIALE IN POSTO: 3 spit-fix e 4 chiodi di passaggio + 10 spit-fix di sosta.

MATERIALE OCCORRENTE: Portare una serie di friend BD fino al n°4 (quest’ultimo utile ma non indispensabile), nut molto piccoli. Due mezze corde di 60m.

AVVICINAMENTO: da Forno Alpi Graie percorrere la strada che porta al Santuario della Madonna Nera parcheggiando al bivio della ripida diramazione che sale nel Vallone di Sea (sentiero n°308 per il bivacco Soardi-Fassero). Salire fino al fondo della stradina e continuare a seguire il segnavia n°308 fino al pianoro di Balma Massiet, dove vi è il circuito di massi “Polvere di stelle”. Superare il grande masso dell’Asteroide e salire fino a un ometto con bandiera. Lasciare il sentiero a destra e salire verso la cascata del “Mostro di Gilgamesh”, fino alla base della paretina della “Scala di Ninive” (40′).

NOTE: Bella via che sale con arrampicata classica lo sperone che delimita la sinistra idrografica della cascata del “Mostro di Gilgamesh”.

DESCRIZIONE VIA:

L1: attaccare come prima lunghezza il tiro delle “Tavole di Nippur” alla “Scala di Ninive” 5c/6a (ultimo tiro a destra; spit-fix)

L2: dalla sosta (nome alla base) puntare a uno spit-fix e superare un muretto verticale atletico che delimita a sinistra una grottina di roccia dubbia (5c).Traversare a destra sotto un tetto grazie a un ballatoio (freccia) e superare un gradino inciso da due fessure parallele (4b), quindi un muretto con lame fino alla sosta.

L3: salire a destra su una lastra staccata e affrontare una difficile fessurina con un chiodo all’inizio. Afferrare un appiglio alto e traversare a destra in esposizione, poi salire un muretto verticale (2 spit-fix 6b/6b+). Ribaltarsi su un terrazzino e affrontare un muro non banale (5b, 1 chiodo) fino a una cornice, cui segue una fessura. Uscire sul terrazzino nella parte mediana del pilastro, in ambiente magnifico.

L4: splendida fessura su placca lavorata fino a dove il muro si impenna, inciso da un fessurino. Superarlo (5b, un eccentrico incastrato e 1 chiodo) poi raggiungere a destra un diedro aperto. Salire i muretti marmorei a sinistra (5a) e sostare sotto una barriera di tetti.

L5: Affrontare a sinistra (freccia) una fessura larga chiusa da una strozzatura per incastrarsi all’interno (faticoso, 5c) poi uscire su un diedro aperto (1 chiodo) che si scala nell’ultima parte un po’ in opposizione fino in cima alla parete, avendo a sinistra il ciglio del grande salto nel vuoto della cascata del “Mostro di Gilgamesh”.

DISCESA:

in doppia lungo la via

Le ultime News

Il Caporal ha 50 anni

Il Caporal ha 50 anni

Pubblichiamo uno scritto di Ugo Manera sui 50 anni della prima salita del Caporal. Questa nota parete non si trova nelle Valli di Lanzo eppure, come ci spiega Ugo, la sua prima ascensione rappresentò l'apice di un percorso iniziato da qui. Articolo pubblicato per...

leggi tutto
Il Plu di una volta

Il Plu di una volta

Ugo Manera ci regala questi bei ricordi sui pilastri del Monte Plù  Arrampicare al Plu IL PLU DI UNA VOLTA   Sul sito: Valli di Lanzo in Verticale ho letto un recente articolo che illustra una riscoperta della Piramide del Plu. Il nome Plu ha risvegliato in me molti...

leggi tutto

I Partner

CHIEDICI INFORMAZIONI

12 + 15 =