Via “Laicizzazione del credo” sullo Specchio di Iside

15 Giu 2020 | Arrampicata, Aggiornamenti della Guida

Una fessura Una linea perfetta ascendente verso il cielo, oltre il grande tetto

ALPI: GRAIE MERIDIONALI

VALLE: VALLONE DI SEA – VAL GRANDE DI LANZO

LOCALITA’: FORNO ALPI GRAIE

VIA: LAICIZZAZIONE DEL CREDO

APRITORI / DATA: L. ENRICO, M. ENRICO, A. IPPOLITI ; 14-06-2020

RIATTREZZATORI / DATA: –

ESPOSIZIONE: O

SVILUPPO: 30m

DIFFICOLTA’: I/R2 – 7a

MATERIALE IN POSTO: la sosta a uno spit-fix in uscita

MATERIALE OCCORRENTE: 1 serie completa di friend BD dal n°0.3 al n°4, duplicare i n°0.75 e 2, triplicare il n°3, triplicare o quadruplicare il n°1, un cordone o fettuccia lunga per clessidra, guanti da fessura o fasciatura mani consigliati.

AVVICINAMENTO: da Forno Alpi Graie percorrere la strada che porta al Santuario della Madonna Nera parcheggiando al bivio della ripida diramazione che sale nel Vallone di Sea (sentiero n°308 per il bivacco Soardi-Fassero). Salire fino al fondo della stradina e guadare il torrente riprendendola dalla parte opposta. Seguirla fino alla casette dell’acquedotto e risalire quindi la pietraia.

La via segue nel primo tiro e nei ¾ del secondo la via “Chiquita, la risposta col bollino blu”, all’antro chiuso dalla volta strapiombante si deve sostare, la fessura inizia nel diedro di sx, larga e fuori misura.

Come per Chiquita, pur essendo possibile salire a piedi all’attacco (in discesa si consiglia la doppia della parte bassa di “Luna Calante” o quella di “Climber Ali di Legno”), è consigliabile salire una delle vie della parte bassa del settore sinistro, ad esempio “Chioda et Labora”.

NOTE: una fessura magnifica, particolare nella prima parte, poi via via più difficile con incastri di mano e braccio buoni ma…a patto che si incastri bene il piede destro.. Via per gli amanti del “trad”, da abbinare poi a Chiquita. In progetto il raccordo con “Gaz Wall”…la parte alta promette altre belle fessure. La fessura dove piega a sinistra rimane asciutta anche dopo periodi piovosi, può risultare umida la partenza.

DESCRIZIONE VIA:

L1: tiro di Chiquita: 3a – sulla cengia mediana, che taglia il settore sinistro, portarsi nella direttrice del grande diedro che divide tale settore dalle placche di quello centrale. Salire per rocce ed erba fino alla base del diedro roccioso netto punto di delimitazione verso sinistra della placconata centrale. Sosta su friend.

L2: tiro di Chiquita fino all’antro: 6a – salire il diedro fino a un caratteristico antro chiuso dalla volta strapiombante dell’arco. Qui sostare utilizzando friend (attenzione a tenerli per la fessura) o i massi presenti sul largo e comodo terrazzo. Chiquita prosegue sulla placca di destra fino alla sosta con 2 spit-fix visibile all’inizio dell’arcata.

L3: 7a – si attacca la larga fessura, un po’ quasi camino e un po’ fuori misura, fino a una strozzatura (qui è possibile proteggersi con un cordone o fettuccia come clessidra). Superata la strozzatura la fessura prosegue diagonale ed ascendente verso sinistra, all’inizio più facile potendo sfruttare una buona cornice per i piedi, poi via via più difficile ma con incastri sempre buoni. Per progredire indispensabile incastrare bene il piede destro. Si esce quindi su un terrazziono spiovente (1 spit-fix che serve a tenere alta la corda e ad evitare di proteggere una lama non proprio eccezionale), sulla sua estremità sinistra si trova la sosta. Sosta con 2 spit-fix e maillon di calata.

DISCESA:

con una doppia fino alla cengia. E’ però possibile fermarsi a S1 e risalire all’antro.

Le ultime News

Isidoro Meneghin

Isidoro Meneghin

Isidoro Meneghin è stato un personaggio molto importante per l’arrampicata di fine anni ’70 e anni ’80 nelle valli di Lanzo. E’ stato il primo, con S. Sibille, a tracciare una via sulle bastionate di Sea: “Docce Scozzesi” al Trono di Osiride (11/6/1978). Negli anni a...

leggi tutto
Gian Carlo Grassi

Gian Carlo Grassi

di Ugo Manera Il prossimo anno (2021) ricorrono i 30 anni dalla morte di Gian Carlo Grassi avvenuta il primo aprile 1991 in un banale incidente al Monte Bove. E’ stato un grande personaggio nel mondo dell’alpinismo, da molto tempo si parla di pubblicare un libro...

leggi tutto
Daniele Caneparo

Daniele Caneparo

Tra pochi giorni, il 23 novembre,  sarà un anno che Daniele Caneparo non è più con noi. Abbiamo deciso di scrivere un suo ricordo nell’anniversario della morte Daniele, un giorno alla Serpentera (Valle Pesio) Alle 20 inoltrate di un giorno di agosto 2003, in quella...

leggi tutto
5 Agosto 1989

5 Agosto 1989

5 Agosto 1989, ricordando Marco Fassero a cura di Matteo Enrico La Stampa, domenica 6 agosto 1989 A distanza di tanti anni, ho voluto scrivere questo pezzo, a ricordo di un giovane alpinista ciriacese, Marco Fassero, prematuramente scomparso il 5 agosto 1989 sulla...

leggi tutto
Val Grande in Verticale – edizione 2020

Val Grande in Verticale – edizione 2020

PROGRAMMA VAL GRANDE IN VERTICALE 2020 Sabato 05 Settembre: A partire dalle ore 09.00 iscrizioni e consegna pacco partecipazione presso piazzale dietro Albergo Savoia di Forno Alpi Graie; Arrampicata presso le pareti del Vallone di Sea e della Val Grande, in autonomia...

leggi tutto

I Partner

CHIEDICI INFORMAZIONI

11 + 8 =