Vallone di Sea – Specchio di Iside – via Lo sciocco in blu

14 Giu 2022 | Aggiornamenti della Guida, Arrampicata, News & Articoli

Un’altra nuova via è nata sulle grandi placche dello Specchio di Iside. Autori due storici apritori del Vallone di Sea: Giuseppe “Joe” Quercia e Diego Re. Una possibilità in più soprattutto per coloro che vogliono godere della bellezza di Sea scalando sugli spit, senza bisogno di saper utilizzare le protezioni mobili.

via Lo sciocco in blu: il tracciato

 

VIA: LO SCIOCCO IN BLU

 

Prima salita e data: G. Quercia, D. Re ; terminata nel giugno 2022

Esposizione: ovest

Lunghezza: 150m

Scala proteggibilità; grado max e obbl: 6b+ max – 6a+ obbl

Materiale in posto:  spit-fix

Materiale occorrente: 12 rinvii, corde 60m.

Note con breve descrizione: la rampa di accesso è quella di “Riflesso di te stesso” nella sua versione originale. Anche se interamente protetta a spit-fix richiede di padroneggiare i gradi proposti. La via è completamente nuova ed è stata aperta da Diego Re e Joe Quercia che propongono come gradazione 6b+ max e 6a+ obbligatorio (gradi da confermare).

Avvicinamento

Da Forno Alpi Graie percorrere la strada che porta al Santuario della Madonna Nera e parcheggiare in prossimità del bivio con il Vallone di Sea. Seguire la strada sterrata fino al suo termine, non proseguire sul sentiero ma guadare il torrente Stura riprendendo dalla riva opposta la strada che porta alle prese dell’acquedotto. Giunti alle costruzioni risalire la pietraia alla loro destra seguendo diversi ometti, quando la pietraia si esaurisce seguire ancora il sentierino in salita fin contro la parete principale. Una volta sotto la parete salire la rampa che passa a fianco dell’attacco di “Sogno di Sea” e proseguire. Superato un primo saltino si trova la sosta zero sulla destra dietro uno sperone. (attacco a quota 1600 m circa, 400m di dislivello, 50’ circa).

Breve descrizione lunghezza per lunghezza

L1 risalire lo speroncino fino ad incrociare la sosta di Riflesso di te stesso, salire ancora alcuni metri poi piegare decisamente a sinistra (spit), affrontare un bel traverso che porta in sosta. 5c/6a

L2 traversare ancora a sx fino ad arrivare ad una fessura che dapprima da mano poi salendo diventa fuori misura. 6a+/6a

L3 breve tiro di trasferimento 5c

L4 lungo tiro in placca con alcuni passaggi fino al 6b

L5 ultimo tiro con alcuni passaggi delicati 6b+

Discesa

In doppia sulla via

Le ultime News

Il Caporal ha 50 anni

Il Caporal ha 50 anni

Pubblichiamo uno scritto di Ugo Manera sui 50 anni della prima salita del Caporal. Questa nota parete non si trova nelle Valli di Lanzo eppure, come ci spiega Ugo, la sua prima ascensione rappresentò l'apice di un percorso iniziato da qui. Articolo pubblicato per...

leggi tutto

I Partner

CHIEDICI INFORMAZIONI

2 + 5 =